budino di frutta secca

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Qui basta imparare il metodo ed è fatta!
Il metodo è quello del “budino del dada” (vedi “biscotti e dolci”) o della sua variante “budino di cachi” (idem)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La base è composta da frutta fresca (se c’è) e frutta secca della più varia, alla quale vanno aggiunti latte di cocco e agar agar, oltre ad acqua. E’ tutto. Vediamo come procedere.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Non so se a voi capita di “collezionare” frutta secca come a me. Ogni tanto sento l’esigenza di svuotare un’apposita anta dei miei pensili da albicocche, datteri, mirtilli, uvetta, bacche di goji. Confesso: per un periodo ci sono stati anche degli ananas e dei kiwi, secchi e dolci. E’ proprio per smaltire quelle rondelle altrimenti (per me) immangiabili che mi sono inventata questa ricetta.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Far bollire un litro di acqua in una pentola e, una volta spento il fuoco, versarci due manciate abbondanti di frutta essiccata. Anche se non avete a disposizione prodotti zuccherati in genere sono dolcissimi a prescindere. L’uvetta e le prugne per esempio. Questo è il motivo per cui non aggiungo nemmeno un granello di zucchero.
Volendo si può mischiare anche della frutta fresca pulita e tagliata a pezzi: pere, mele, pesche. Anche banane, perché no.

Una volta che la frutta secca è rinvenuta frulliamo tutto con il minipimer fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.
Unire una lattina di latte di cocco per dolci (si trova nei negozi etnici) e un cucchiaino di agar agar (un’alga insapore addensante) in polvere. (La proporzione dovrebbe essere giusta ma è l’esperienza a insegnare come usare questo prodotto al meglio). Far sobbollire per una decina di minuti mescolando con un cucchiaio di legno.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Versare in stampi di metallo o di coccio e far intiepidire. Conservare in frigo e servire il budino freddo o a temperatura ambiente.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Informazioni su simonapacini

mi piacciono i gatti, la cioccolata e ultimamente sono un po' indecisa fra Parigi e New York (ma quasi quasi scelgo le Hawaii)
Questa voce è stata pubblicata in biscotti e dolci, gluten free, ricette vegane e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...